Magia, tradizione, folklore, passione: un’atmosfera surreale, quella che si respira all’interno del Salotto Di Agathae.

Un luogo familiare, fortemente voluto dall’imprenditore Orazio Tomarchio, un salotto aperto ad amici e personaggi noti della città etnea in onore della Martire Agata. 

Allestito all’interno dell’Una Hotel, il salotto celebra un ritorno al passato, quando gli appartamenti della città venivano aperti a parenti ed amici, e i balconi si popolavano attendendo l’arrivo della Santa.  

Orazio Tomarchio, make-up artist e creatore de La Truccheria Cherie, ha curato l’intero allestimento, coadiuvato da un team di professionisti. I pizzi di Marco Strano abbelliscono le teche, le opere d’arte di Benedetto Poma e Ninni Pagano per Bottega Frigeri a simboleggiare il martirio di Aituzza, gli addobbi floreali dell’azienda Intrecci di fiori e d’arte dei fratelli Giardinaro adornano il salotto e il balcone: in particolare, 250 gerani rossi per il primo, 600 per il secondo.

 

Dulcis in fundo, troviamo le minnuzze preparate per l’occasione da Seby Sorbello. Oltre alle tradizionali, lo chef presenta le minnuzze 4.0, una rivisitazione meramente estetica del tipico dolce agatino. Se l’interno, infatti, mantiene ingredienti e preparazione fedeli all’originale, la parte esterna si veste di glamour e luce, grazie all’utilizzo di speciali colori nonché a petali di Oro Zecchino.

 Fil Rouge di tutto l’evento, l’oro simboleggia l’opulenza, la ricchezza del nostro Barocco. Ed è l’oro l’elemento caratterizzante dell’opera d’arte creata da Tomarchio in occasione della festa di S. Agata. Dopo il successo del rossetto “Agathae”,  creato lo scorso anno e ispirato al sangue del martirio, il salotto vede la presentazione di un olio essenziale, chiamato “Luce di Agathae”, in cui zagara, mandorla amara e oli del Mediterraneo si miscelano creando un’essenza unica e pregiata, impreziosita dalla presenza di oro zecchino 23K. 

 

A presentare l’evento, trasmesso in diretta dalle telecamere di Telecolor e in streaming sulle piattaforme digitali de La Sicilia Web, Eva Spampinato, amica e conduttrice impeccabile.

Così, tra una chiacchiera e l’altra, arrivano le maniglie del cordone proprio sotto di noi, si intravede il fercolo, si avverte trepidazione, le grida dei Devoti si fanno più forti e non resta che affacciarsi da questo meraviglioso balcone. 

Passa la Nostra Santa, l’emozione e la commozione ci lasciano qualche secondo in silenzio, per poi far nascere sui nostri visi un sorriso, spontaneo e sincero.

 

8
(Visited 815 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *