Fila è tornato. L’azienda conosciuta in tutto il mondo come uno dei brand iconici dello sportswear è tornata ad essere protagonista, di tendenza e altamente performante.

E per il grande debutto ha scelto il palcoscenico meneghino durante la Milano Fashion Week. I colori iconici dell’azienda, rosso, bianco e nero continuano ad essere presenti. Il logo si arricchisce di dettagli a contrasto e linee cut-out. Le t-shirt vengono abbinate a gonne sportly e sandali con tacco.

 

 

 

Capo must-have della collezione la jumpsuit in check con bande laterali da portare con la cintura marsupio logata. Ai piedi immancabili i sandali. Sintesi perfetta tra sportswear e glamour.

 

 

Il valore aggiunto dell’azienda è la presenza di un archivio storico al quale gli stilisti hanno attinto per creare una collezione che partisse sì dal passato(ricordiamo che il brand ha ben 117 anni), ma mantenesse la leggerezza attuale. E in questo momento di grande passione e interesse per gli anni ’80 e ’90 non poteva che rappresentarne la chiave per un’ascesa di tale portata e importanza.

Durante la settimana della moda, inoltre, è stata allestita presso la Triennale di Milano una mostra che ripercorresse la storia del brand. “Tutti in Fila” è un’esposizione che sancisce il successo internazionale di un’azienda dalle radici ben salde, in cui la voglia di innovazione e lo spirito imprenditoriale sono sempre stati protagonisti. Un viaggio che emoziona il visitatore, in quanto rivelatore di una realtà passata, ma non vecchia, lo specchio del costume e della società italiana attraverso le varie epoche. Allo stesso tempo, si avverte una forte proiezione positiva verso il futuro, che culmina nella collezione creata dai direttori creativi del marchio Antonino Ingrasciotta e Josef Graesel.  

 

 

Fila non è solo un brand, ma rappresenta una realtà moderna in campo di strategie di vendita. Nel Febbraio 2018 la collaborazione tra due DNA creativi italiani porta a una partnership di grande impatto mediatico. Fendi prende in  prestito il logo Fila facendolo proprio, e lo riporta su t-shirt, felpe, sneakers. 

 

 

Perché subito riconoscibile, perché del resto porta con sé il peso di una storia ricca e di successo: la F blu e rossa disegnata nel 1973 da Sergio Privitera ha segnato la storia non solo dello sportswear anni ’70, ’80 e ’90, ma è diventata un simbolo dell’Italia nel mondo. Ed è proprio la F che la casa di moda romana reinterpreta, rendendola elemento caratterizzante per la Collection capsule Fendimania.

 

 

 

2
(Visited 588 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *